lunedì 5 agosto 2013

In difesa della legalità. No alle modifiche della Costituzione


Domani conferenza stampa a Roma di Carlassare, Don Ciotti, Landini, Rodotà, Zagrebelsky per lanciare iniziative in difesa della Costituzione

ROMA - In Italia, non da oggi, è aperto un problema di democrazia costituzionale, che si è venuto aggravando nell’ultimo periodo. La difesa della legalità individua così con particolare evidenza un tema dove diventa essenziale la resistenza contro ogni forma di violazione e l’esplicito rifiuto alla modifica della Costituzione per controllare la Magistratura, all’indomani della sentenza della Cassazione, ne rappresenta una immediata e necessaria conferma.

Così come il dispositivo della Corte Costituzionale che ripristina la democrazia e la libertà nei luoghi di lavoro, conferma il valore della Costituzione quale argine democratico di civiltà del nostro Paese.
Rientra in questo dovere civico l’opposizione ai tentativi di stravolgere le procedure di revisione della Costituzione.

La nostra Carta Costituzionale va interamente applicata.

E’ indispensabile mettere in evidenza che nella società italiana sono ormai visibili e manifeste forze politiche, sociali e civili che hanno sviluppato veri “anticorpi democratici”.
Queste forze debbono dunque essere soggetti attivi per un cambiamento che, muovendo proprio dai fondamenti costituzionali, investa l’intera politica, rifiuti le chiusure oligarchiche, sia capace di guardare oltre le emergenze e i nostri stessi confini.

Per avviare i necessari confronti, e definire le più adeguate iniziative Lorenza Carlassare, Don Luigi Ciotti (in collegamento telefonico), Maurizio Landini, Stefano Rodotà, Gustavo Zagrebelsky convocano per il giorno 06 agosto una conferenza stampa alle ore 12.00 presso l’Hotel nazionale (Sala Cristallo) Piazza Montecitorio, 131.
Stampa il post

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

In ricordo di Walter Rossi, Roma 30 settembre