giovedì 31 marzo 2011

Legalità, giustizia e il neosofismo del Trasimaco contemporaneo


L’attacco alla Costituzione, al sistema giudiziario, le ripetute pagine oscure di questa nostra fragile democrazia, il tiranno (o Dominus B. come ci suggerisce il grande Franco Cordero) dei tempi nostri che impazza arrancando sulle macerie delle Istituzioni democratiche, abusandone.
E negli ultimi tempi mi torna al pensiero la costruzione dell’argomento del potere e della forza. La Repubblica di Platone, il Trasimaco sofista che aggredisce Socrate “come una belva feroce sulla sua preda", argomentando che la "giustizia non è che un nome per indicare ciò che torna a vantaggio di chi comanda”.
Afferma Trasimaco: “chi comanda è padrone e perciò, a ragionar per diritto, si deve concludere che la sola norma del giusto è il tornaconto del più forte. Chi governa, in quanto governa, è infallibile e, in quanto infallibile, prescrive ciò che è meglio per lui; e a questo è tenuto il suo sottoposto”.
E allora nel dialogo, Socrate obietta, incalza, afferma che tale abilità e sapienza, se veramente tali, non possono non prendere in considerazione gli interessi dei governati oltre che dei governanti. Ma per il sofista Trasimaco ciò non è possibile poiché “l’arte di governo è l’arte di sfruttare le ingenuità, le debolezze e la viltà degli uomini”.
Il realismo politico nella sua posizione estrema, il rapporto politico stesso come rapporto di forza, pura constatazione di fatto e non una motivazione di motivi o di fini. Oggi forse tutto torna, e non casualmente; i novelli “guardiani” della città platonica, che si muovono, ed è vero, con “abilità e sapienza” per addivenire ai loro fini. Dove con la “nobile menzogna platoniana” (l’anticipazione dell’idea moderna della propaganda ideologica) si viene a concepire il rapporto politico in termini di effettività ed efficienza dove anche la persuasione (cosa altro è la videocrazia di oggi?) è fattore di potenza.

Credo si debba, noi tutti democratici, essere consapevoli di questo.


Platone, Repubblica, libri I – II – III – V

Marco Foroni
Segretario Sezione ANPI “don Pappagallo”
Stampa il post

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

In ricordo di Walter Rossi, Roma 30 settembre