lunedì 25 ottobre 2010

La Pensione Oltremare. Rimossa la corona commemorativa

2 commenti
In via Principe Amedeo 2, rione Esquilino, vi è il luogo dove fu costituita la terribile prigione della famigerata, sanguinaria e fascista Banda Kock, ivi operante dal dicembre 1943 all'aprile 1944.
Lo scorso 25 aprile la Sezione ANPI "don Pappagallo" insieme alla Associazione "La Lotta Continua" e all' ANPPIA depositarono, durante un sentito e partecipato sit-in, un corona ricordo con l'obiettivo di tenere viva la memoria del luogo.
Ciò anche per una funzione di stimolo nei confronti del I Municipio Centro Storico che sempre nel mese di aprile aveva deliberato (grazie alla proposta della Consigliera Letizia Cicconi) in merito alla apposizione di una targa ricordo permanente.
Putroppo, alcuni giorni fa la corona è stata rimossa da mani ignote e vili, irrispettose delle sofferenze e del sacrificio di tanti patrioti antifascisti che combatterono contro i nazisti occupanti e i loro sgherri repubblichini.
Certi di interpretare il pensiero dei democratici e di tutti gli antifascisti rafforziamo l’invito, di fronte a tale atto, nei confronti del I Municipio affinché si proceda al più presto alla apposizione della targa fissa.
Attendiamo, fiduciosi e sempre vigili, notizie a breve dai nostri Amministratori.
Ora e sempre, Resistenza.

venerdì 22 ottobre 2010

La Sezione ANPI don Pappagallo con la FIOM, in piazza San Giovanni il 16 ottobre

0 commenti





Abbiamo manifestato con migliaia di donne e uomini, di lavoratrici e di lavoratori.
Abbiamo sostenuto lo striscione, iscritti e simpatizzanti della Sezione.
Abbiamo avuto con noi iscritti ANPI di altre Sezioni di Roma e d’Italia, anche di Palermo venuti a testimoniare con la loro presenza e fatto chilometri anche con la stampella.
Ci siamo abbracciati con le belle compagne di Ciampino e Ardea.
Abbiamo cantato a squarciagola Bella Ciao a pochi metri dalla sede di Casapound, insieme ai compagni di Antifa dei Centri sociali di Napoli, sventolando il tricolore dei partigiani, determinati e compatti.
Abbiamo visto bandiere con il simbolo della falce e del martello campeggiare su un viola luttuoso, anzichè sul rosso della Comune di Parigi (corrono proprio tempi “critici” nella sinistra…).
Abbiamo fraternizzato con le compagne e i compagni della “Fabbrica di Nichi” di Terlizzi in Puglia, cittadina natale di don Pappagallo e di Gioacchino Gesmundo, dove i bambini della scuola elementare sanno narrare la vita di don Pietro, sacerdote antifascista ucciso alle Fosse Ardeatine.
Abbiamo deviato dal corteo per testimoniare in via Tasso, presso il Museo della Liberazione, perché il 16 ottobre è l’anniversario della deportazione nazista, nel 1943, degli ebrei del ghetto di Roma.
Abbiamo ascoltato e applaudito gli interventi, in piazza San Giovanni, sotto la pioggia.
Lo abbiamo fatto per il lavoro, per i diritti, per i giovani, per la Costituzione della Repubblica.

martedì 12 ottobre 2010

La famiglia Amendola nella Storia d'Italia. Dibattito e mostra pittorica

0 commenti

L'impegno morale e civile, la politica e gli studi etico-filosofici. L'antifascismo e lo strenuo opporsi alla marcia di Mussolini verso il potere, pagato con la vita. La Resistenza, la Costituente e la Repubblica democratica.
Giovedi 21 ottobre, dalle ore 16
Sala della Pace "Giorgio La Pira", Palazzo della Provincia
via IV Novembre, 119/a - Roma


Esposizione delle opere pittoriche inedite di Germaine Lecocq, moglie e compagna di battaglie di Giorgio.

sabato 9 ottobre 2010

Viviana racconta Walter. Il video dell'intervista alla RAI

0 commenti

Walter Rossi raccontato da Viviana, socia della nostra Sezione ANPI don Pappagallo
Related Posts with Thumbnails

In ricordo di Walter Rossi, Roma 30 settembre