giovedì 10 giugno 2010

Giochi da re...

Oggi 10 giugno, un giorno infausto per l’Italia. Sono passati 70 anni. Nel 1940 il fantoccio duce capo dell’impero di cartapesta trascinerà la nazione alla totale disfatta politica, militare, sociale. Dalla quale il Paese risorgerà alla fine di una dura e tenace Resistenza nei confronti dei nazifascisti occupanti, dandosi nuove regole civili e democratiche, una nuova e bellissima Costituzione.
Di seguito riporto con piacere una riflessione di Mario Iatonna, socio della nostra Sezione ANPI “don Pappagallo” e Segretario della Circolo del Partito della Rifondazione Comunista “Maria Zevi”.
Marco Foroni



Giochi da re…

La guerra è il solo gioco da re a cui il popolo è ammesso a partecipare. 
Il 10 giugno 1940, Benito Mussolini gonfia il petto, mostra i muscoli ed al grido di “vincere e vinceremo”, complice il re Savoia, trascina l’Italia nella più sanguinaria guerra che l’umanità ricordi.
Sul campo, fra popolazione civile e militari, restano quasi 60.000.000 di esseri  umani.
Soltanto i morti sovietici sono più di 20.000.000.
In Germania, vengono deportati e fatti morire 6.000.000 di ebrei.
Quasi un milione sono gli zingari che vengono eliminati.
Gli oppositori politici, prima e durante la guerra, vengono sterminati con ogni mezzo.
Gli Stati uniti, primi nella storia, fanno uso di armi atomiche.
Dresda, a guerra quasi finita, viene inutilmente rasa al suolo dagli inglesi.
Nei Balcani, le truppe italiane si distinguono per crudeltà.
In Italia, i tedeschi compiono rappresaglie e massacri di popolazione civile di ogni sorta.
Le guerre le ordinano i governanti; 
le comandano i generali; 
A morire ci mandano i soldati semplici.
La guerra è un gioco da re che fa male anche a governanti e generali.
La guerra rende tutti cattivi.
La guerra arriva dove fallisce la politica.
Dopo ogni guerra, ciascun belligerante conta i suoi morti e grida “VITTORIA!”.

Mario Iatonna.    

Stampa il post

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

In ricordo di Walter Rossi, Roma 30 settembre