mercoledì 24 febbraio 2010

Ciao Sandro!

0 commenti

Venti anni fa ci hai lasciato, grande Presidente, ma rimangono sempre vivi in noi i tuoi insegnamenti e valori di socialista, antifascista e partigiano.

martedì 23 febbraio 2010

Il "popolo viola" di nuovo in piazza. L’adesione della nostra Sezione

0 commenti


La nostra Sezione "don Pappagallo", come da indicazioni dell'A.N.P.I di Roma, aderisce alla manifestazione nazionale in difesa della Costituzione repubblicana nata dalla Resistenza, contro il legittimo impedimento ed a sostegno degli organi di garanzia costituzionale, promossa dagli organizzatori del No-B-Day del 5 dicembre 2009.

Roma, 27 febbraio Piazza del Popolo, appuntamento alle ore 14 con lo striscione della nostra Sezione.

domenica 7 febbraio 2010

Ripuliamo l’Esquilino, 2° round. Il ruolo e il significato della presenza dell’A.N.P.I.

0 commenti
Innanzi tutto un grande ringraziamento a tutte le compagne/i e le amiche/i soci della nostra Sezione A.N.P.I. “don Pappagallo” per la partecipazione a queste due mattinate di impegno civile e democratico, che ci ha visto impegnati a rimuovere i tantissimi manifesti abusivi in piazza Vittorio. Soci non iscritti ed anche iscritti alle forze politiche democratiche del territorio quali il Partito Democratico e la Federazione della Sinistra.
Presenza importante, quella dell’A.N.P.I., tesa a richiamare (coerentemente con quanto previsto dallo statuto della associazione) le Istituzioni competenti al rispetto sia delle norme vigenti relative alle affissioni e alla prevenzione del degrado, sia di quelle penali dal momento che quasi la totalità dei manifesti rimossi riguardavano temi propri della destra estrema con espliciti richiami a slogan e simbologie nazifasciste, penalmente configurabili quali apologia del fascismo, che in Italia, come recitano la Costituzione repubblicana e le leggi Scelba e Mancino, è reato.
In merito a tali tematiche quali l’antifascismo e la prevenzione del razzismo per il consolidamento dei nostri valori democratici e antifascisti, la vigilanza della Sezione, per quanto concerne la sua competenza territoriale nei rioni Esquilino, Monti e Celio, rimarrà sempre alta e costante.
Marco Foroni

venerdì 5 febbraio 2010

“Gli Internati Militari Italiani”. Presentazione libro

1 commenti



La nostra Sezione don Pappagallo ha partecipato il 29 gennaio (Galleria d’arte Cassiopea) alla presentazione del libro “Gli Internati Militari Italiani” di Mario Avagliano e Marco Palmieri.
Pagine coinvolgenti e toccanti che raccontano la Storia attraverso le lettere e i diari di molti dei 650.000 militari italiani i quali, anche se tenuti alla fame nei lager nazisti per ordine di Mussolini rifiutarono, pur continuamente ricattati dai tedeschi e dai fascisti, di aderire alla Repubblica sociale dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943.
Una “altra Resistenza”, per usare le parole dell’internato Alessandro Natta, pagata con la prigionia e la vita durissima dei lager per, come ben definisce Antonio Parisella, “sopravvivere liberi, in una lotta non armata”.

martedì 2 febbraio 2010

Ripuliamo l’Esquilino: a togliere le affissioni abusive (e fasciste) dal nostro rione (2° round)!

0 commenti
Secondo round (dopo il successo della mattinata del 16 gennaio) della iniziativa proposta dal Circolo del PD Esquilino, alla quale aderisce la Sezione A.N.P.I. Esquilino-Monti-Celio "don Pietro Pappagallo".
Insieme alle altre associazioni democratiche operanti sul territorio, e dopo l’iniziativa della nostra Sezione dello scorso mese di ottobre (cancellazione delle scritte nazifasciste), di nuovo in piazza a togliere i manifesti abusivi (e fascisti).
Partecipiamo numerosi (“armati” di raschietto) visibili, in piazza e Resistenti!

Roma, piazza Vittorio Emanuele, sotto i portici lato via Mamiani

lunedì 1 febbraio 2010

Sit-in contro le scritte nazifasciste a via Tasso

1 commenti

Un luogo per la Memoria all’Esquilino. La “banda Koch” e il carcere dei torturatori fascisti: la pensione Oltremare

0 commenti

Di seguito il testo dell'Ordine del giorno presentato dalla consigliera Letizia Cicconi il 29 gennaio al Consiglio Municipale del I Municipio di Roma, con l'approvazione della Delibera per l'apposizione di una targa alla Memoria in via Principe Amedeo, 2 all'Esquilino luogo del carcere dei torturatori fascisti della Banda di Pietro Koch. Ordine del giorno appoggiato dalla nostra Sezione ANPI don Pappagallo, che in merito ha prodotto un documento scaricabile dal blog.
IL CONSIGLIO DEL PRIMO MUNCIPIO,
Considerato che non c’è memoria di Koch a Roma. Il Posto della ferocia nazifascista a Roma è dimenticato.
Considerato che non c’è niente che ricordi in via Principe Amedeo la prigione usata dalla banda Koch per torturare e seviziare centinaia di antifascisti nel ’43-’44. Neanche una targa o una lapide a ricordare la Pensione Oltremare in via Principe Amedeo 2, accanto alla Stazione Termini, . Nel luogo furono detenuti, picchiati, seviziati centinaia di prigionieri, come il professor Pilo Albertelli che fu poi uno dfi martiri delle Fosse Ardeatine.
Tenuto conto che un passo comunque non è mai stato fatto concretamente dalla amministrazione comunale, di questa come delle precedenti giunte, neanche per segnalare sulla pubblica via il luogo . Il risultato è che non c’è nulla a ricordare le efferatezze commesse in quei bui mesi dalla banda di Pietro Koch.
“”Ha scritto su di lui Silvio Bertoldi:
IMPEGNA IL PRESIDENTE
ad attivarsi anche attraverso il SINDACO, affinche venga posta sul luogo in via Principe Amedeo 2 ,una targa commemorativa che ricordi alla città l'esistenza di questa prigione luogo di tortura e di dolore, in quanto è ormai giunta l'ora di recupero e delle conoscenza della storia della nostra città,è tempo che sia onorata la memoria di centinaia di valorsi patrioti antifascisti (435 arresti della banda KOCH solo a Roma) ivi torturati per essere poi massacrati , molti di loro alle fosse Ardeatine.

Related Posts with Thumbnails

In ricordo di Walter Rossi, Roma 30 settembre