giovedì 15 ottobre 2009

16 ottobre 1943 – In ricordo del rastrellamento e della deportazione degli ebrei di Roma


Un nostro pensiero da una ricerca, effettuata nell’ambito dell’impegno alla Memoria della Sezione A.N.P.I. don Pietro Pappagallo di Roma. Per non dimenticare.

Da Il Messaggero del 13 ottobre 1943, “A chi ha obbedito Badoglio?”

“..potevano ebraismo e massoneria perdonare all’Italia di aver ad un certo momento della sua storia tentato di liberarsi dal loro asservimento e dalla loro schiavitù?”

Da il Messaggero del 16 ottobre 1943, “Il nemico numero uno”

“ Oggi come ieri il fascismo considera Israele come uno dei suoi mortali nemici e il pericolo ebraico come uno dei più sinistri fra tutti quelli che incombono sulla nostra nazione in queste ore decisive”

Il direttore de Il Messaggero era Bruno Spampanato,giornalista e deputato, fascista collaboratore dei nazisti, tra i protagonisti della preparazione della bozza di Costituzione della Repubblica Sociale Italiana di Salò, ben sovvenzionato dai tedeschi e creatore di stazioni radio milanesi come Radio Fante in Via Rovani, la radio allineata a formazioni nazifasciste quali le SS italiane, la Legione Autonoma «Muti», la X Mas, della quale in particolare egli sarà Capo Ufficio Stampa.


Marco Foroni

Stampa il post

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

In ricordo di Walter Rossi, Roma 30 settembre